Guida ai tavoli allungabili 100% legno

Stai cercando un nuovo tavolo per la tua sala da pranzo, da dove cominciare? Tutti ormai cerchiamo di sfruttare al massimo gli spazi della nostra casa, soprattutto perché ormai il nuovo concetto di abitare prevede aree sempre più ridotte. Nessun mobile può competere, se parliamo in termini di utilità, con i tavoli allungabili. Si tratta di elementi di arredo la cui diffusione è in costante crescita, proprio in relazione alla diminuzione dello spazio abitativo a disposizione delle nuove famiglie.

I tavoli allungabili possono trovare spazio davvero in ogni casa, svolgendo la loro preziosa funzione, ovvero quella di estendersi e permettere agli abitanti  di far spazio a tutti i propri ospiti (per avere un idea dei modelli e dei prezzi date un occhiata al tavoli allungabili prodotti dalla Lg Lesmo). Aggiungere un posto a tavola non sarà più un problema perché, grazie a moderni sistemi di allunga, i tavoli allungabili sono balzati in cima alle classifiche dei mobili salvaspazio. Alcuni modelli sono davvero rivoluzionari, poiché dotati di prolunghe che permettono di ricavare da una piccola consolle un grande tavolo da pranzo che consenta di condividere ogni occasione speciale con amici e parenti.

Tavoli allungabili: quale scegliere

Hai finalmente deciso di acquistare uno dei tanti modelli di tavoli allungabili in commercio, quale scegliere? Prima di tutto devi stabilire se questo sarà il tuo tavolo principale oppure se ti serve una consolle da posizionare magari all’ingresso e utilizzare all’occorrenza.

Esistono tre grandi famiglie di tavoli allungabili:

  • tavoli con porta prolunghe, mettono a disposizione uno spazio per riporre le allunghe quando non le stai utilizzando
  • tavoli senza porta prolunghe, le allunghe devono essere conservate all’esterno, dovrai trovare un apposito spazio dove conservarle quando non le stai usando e dove riuscire a recuperarle agevolmente nel momento del bisogno
  • tavoli con prolunghe integrate

Per ogni categoria, le dimensioni possono variare e permettono di ottenere sia grandi tavolate, sia piccoli tavoli da cucina per un uso quotidiano. La lunghezza varia dai 2 metri fino alle grandi consolle allungabili che possono arrivare ai 6 metri.

I tavoli allungabili di dimensioni più ridotte possono trovare posto all’ingresso di casa e, quando sono chiusi, sono adatti a svolgere la funzione di mobile svuotatasche. All’occorrenza, quando devi ospitare più persone a pranzo o a cena, potrai aprire il tavolo, aggiungere le allunghe e il gioco è fatto. I modelli più grandi sono dotati di una o più gambe centrali per conferire maggiore stabilità.

La consolle-tavolo extra large può invece risultare troppo grande per essere posizionata all’ingresso, ma non è difficile trovargli posto in altre stanze della casa. Puoi pensare di utilizzarla come piccolo tavolo o piano di appoggio e lavoro, magari in cucina ma non solo. Questo genere di elemento davvero è solitamente collegato a un ambiente domestico, ma il suo utilizzo può risultare ideale anche in ambienti lavorativi, specialmente per arredare un ufficio, uno spazio di coworking ma anche uno studio o un laboratorio dove vengono tenuti dei corsi. Durante lo svolgimento delle attività lavorative quotidiane si può fare a meno di un grande tavolo da riunione, sono sufficienti le classiche scrivanie, ma come fare quando dobbiamo partecipare a dei meeting o a delle lezioni? Ecco che il tavolo allungabile viene in nostro aiuto.

Tavoli allungabili: dove mettere le prolunghe

Hai scelto uno dei modelli di tavoli allungabili non permette di riporre al suo interno le allunghe? Puoi conservarle fino al prossimo utilizzo scegliendo un luogo che non ruba spazio ad altri oggetti o mobili. Ecco qualche suggerimento per conservarle altrove:

  • nell’armadio, in fondo oppure dietro agli abiti appesi
  • sotto il divano, in particolare se disponi di un divano con piedi alti
  • sotto il letto o nel contenitore sotto rete