Tutto ciò che c’è di vantaggioso (e non) in un’auto incidentata

Oramai ogni famiglia italiana possiede almeno un’automobile, e la tendenza all’acquisto sembra non fermarsi. Questa crescente diffusione porta anche a un aumento sconsiderato degli incidenti stradali e, di conseguenza, a una maggior presenza sul territorio di auto incidentate.

Come comportarsi dopo un incidente?

Le strade sono sempre più pericolose, e può essere sufficiente anche solo una minima disattenzione per danneggiare la propria auto. La prima cosa da fare in tal caso è recarsi dal proprio carrozziere o meccanico di fiducia per valutare l’entità del danno subito dalla vettura e l’eventuale costo della riparazione, decidendo così se rottamarla o meno. Ci sono casi in cui sono i carrozzieri stessi a fare un’offerta per l’acquisto della macchina, con l’obiettivo di riparare e rivendere queste auto incidentate.

Perché conviene acquistare un’auto incidentata?

Questo è un argomento da valutare con molta attenzione. Innanzitutto si può definire incidentata una vettura che abbia subito danni permanenti per un valore minimo di 200 euro in maniera improvvisa e involontaria tramite forza meccanica. La legge però impone ai venditori di dichiarare tutto questo all’acquirente solo se il danno abbia superato il valore di 1500 euro, per questo è necessario informarsi per bene se l’auto che si è in procinto di acquistare abbia subito incidenti, di che tipo e a che riparazione sono andati incontro, possibilmente consultando anche la perizia del caso per poter così essere a conoscenza di ogni singolo dettaglio.
Nel caso in cui dovessero bastare pochi interventi leggeri, potrebbe esser possibile portarsi a casa con una modica spesa una vettura quasi impeccabile.
Questo genere di acquisto può essere ponderato anche nel caso in cui l’acquirente sia un appassionato di fai da te e conosca bene la meccanica: potrebbe infatti reperire da se eventuali pezzi di ricambio e effettuare quei piccoli lavori riportando la vettura al proprio antico splendore (risparmiando sulla manodopera).
Anche per rottamatori e demolitori un’auto incidentata può rappresentare una vera miniera d’oro, colma di preziosi elementi che, una volta prelevati, possono essere rivenduti per chi dovesse averne bisogno.

Pregi e difetti a confronto

Una macchina che abbia subito un brusco e forte incidente difficilmente può esser riportata allo stato originario; molto più spesso infatti mantiene lievi difetti che possono arrecare anche fastidi alla guida. Qualora i costi di riparazione della propria auto dovessero essere troppo onerosi, la rottamazione può essere l’unica valida alternativa, sperando in eventuali incentivi capaci di ridurre l’onerosa spesa che questa procedura implica. Nel caso in cui, invece, si stesse considerando l’acquisto di una vettura incidentata, diventa estremamente importante porre attenzione ad ogni eventuale difetto. Un acquisto che deve essere ponderato, data la necessità di valutare ogni opzione possibile. Ogni aspetto va analizzato nel dettaglio, dato che tutto può fare la differenza tra un affare coi fiocchi e un bidone colossale.