Spossatezza nei cambi di stagione: ecco rimedi e consigli

Accusiamo stanchezza, specie nei cambi stagionali? È un fenomeno normale e piuttosto diffuso. Vediamo come contrastare questa condizione.

Variazioni climatiche e senso di spossatezza: perché accade?

Le variazioni climatiche possono essere responsabili di cali di energia e sbalzi di umore, legati tanto all’accorciarsi quanto al prolungarsi delle ore di luce. Il nostro organismo deve adattarsi ad alcuni cambiamenti:

  • minor disponibilità di luce e abbassamento delle temperature all’arrivo dell’autunno;
  • giornate lunghe e innalzamento delle temperature al sopraggiungere della primavera.

All’interno del nostro organismo si innescano variazioni ormonali che ci consentono di adeguarci ai cambiamenti stagionali e climatici. Prima di equilibrarci, però, potremmo dover fronteggiare una fase di squilibrio energetico e stanchezza fisica e mentale.

L’arrivo della primavera può accentuare la tensione nervosa e allo stesso tempo influire sull’umore, sul sonno e sulla reattività. Il passaggio dall’ora solare all’ora legale può comportare, nelle ore diurne, una sensazione di insufficiente riposo accompagnata da stanchezza e debolezza.

Altri fattori possono determinare stanchezza e cali psicofisici: allergie tipicamente primaverili, come ad esempio l’allergia al polline può renderci spossati, debilitati e distratti.

Anche l’arrivo dell’autunno può comportare generale stanchezza. Indebolimento ed esaurimento fisico, simili a quelli provati dopo uno sforzo muscolare prolungato, possono rallentare significativamente la nostra quotidianità. Si tratta di una condizione vicina alla letargia, caratterizzata da difficoltà a svegliarsi al mattino, sonnolenza, stanchezza fisica, difficoltà di concentrazione, irritabilità e affaticamento.

Come contrastare la sensazione di spossatezza stagionale?

Possiamo seguire alcuni semplici consigli per migliorare la nostra quotidianità, essere più reattivi e contrastare la nostra condizione di stanchezza. Ecco cosa fare:

  • Regoliamo il ritmo sonno-veglia. Cerchiamo di coricarci e alzarci sempre intorno alla stessa ora. Dormiamo almeno 7- 8 ore per notte.
  • Curiamo la nostra alimentazione. Una dieta varia e ricca di nutrienti è indispensabile per il nostro benessere. Sulla nostra tavola non dovranno mancare cibi ricchi di proprietà nutritive. Via libera, quindi, a verdura e frutta di stagione (fonte di vitamine e sali minerali preziosi), pesce e carni magre (come pollo e tacchino), latticini e legumi, alimenti ricchi di proteine.
  • Associamo un integratore alimentare alla nostra dieta. Possiamo accompagnare la nostra dieta varia ed equilibrata con l’utilizzo di un integratore alimentare. Scegliamo Rekord B12 Plus a base di Vitamina B12, per aiutare a ridurre la sensazione di stanchezza e favorire il normale funzionamento del sistema nervoso, e L- Carnitina e aminoacidi, utili a recuperare energia.
  • Pratichiamo sport. Svolgere una regolare attività, magari il nostro sport preferito, contribuirà a contrastare la sensazione di stanchezza e a ritrovare il buonumore.
  • Sfruttiamo le ore di luce. Finché le giornate lo consentono, cerchiamo di sfruttare le ore di luce per passeggiare e fare attività fisica all’aria aperta.

Per ulteriori informazioni non esitiamo a contattare il nostro medico di fiducia.