Recinzione in bamboo, come coltivarla

recinzione bambooUna buona idea per rendere il tuo giardino uno spazio privato, lontano da occhi indiscreti, è quella di delimitarlo con una siepe naturale. Fra le piante più indicate per assolvere questo compito consigliamo quella di bambù, coprente e ombreggiante al punto giusto. Nel nostro nuovo articolo ti mostreremo come creare una recinzione in bamboo resistente e funzionale. Ringraziamo banbamboo.com per la consulenza fornitaci.

In base al tipo di siepe scelta, solitamente, è necessario creare delle strutture di sostegno specifiche. Nel caso del bambù – dalle caratteristiche infestanti – vanno costruite delle barriere strutturali. La pianta asiatica ha numerose virtù, fra cui quella di crescere velocemente e creare, con i suoi fusti resistenti e belli da vedere, delle recinzioni schermanti molto efficaci, tanto quanto un muro. Come si coltiva una recinzione in bamboo? Scopriamolo insieme.

Quale specie scegliere

Ci sono numerosissime specie di bambù, utilizzate da secoli per diversi fini: dalla costruzione di una lampada a quella di una casa. Noi, nello specifico, dobbiamo realizzare una siepe fitta e resistente con cui delimitare un giardino, per cui eviteremo le specie nane optando per quelle medie o giganti. Calcola che queste ultime crescono fino a 90 cm al giorno: scegli la specie adatta in base ai tuoi spazi. La varietà media, ad esempio, raggiunge i due o tre metri di altezza senza problemi.
Il bambù attecchisce bene nell’usuale terriccio da giardino e cresce senza difficoltà soprattutto negli ambienti umidi. Come anticipato, le sue canne hanno caratteristiche infestanti, pertanto dovrai fare attenzione a non farle crescere troppo, potrebbero estendersi nel giardino. Come fare?

Educa le piante a mantenere le distanze

La crescita invasiva del bambù va arginata già in fase di installazione. Per evitare che le piante fagocitino in tempi rapidi gran parte del tuo giardino, sarà necessario scavare molto a fondo il terreno laddove andranno piantate. Fatto ciò, andranno interrate delle barriere durature nel tempo e resistenti alle intemperie: di solito vengono realizzate in un apposito materiale resinoso, cemento e metallo. Ti consigliamo di eseguire il lavoro su entrambi i lati dello scavo, per evitare che la siepe invada il terreno del vicino.
Come il resto delle piante, anche il bambù avrà bisogno di potature periodiche, con cui potrai livellarne la crescita esponenziale.

Infine, ti ricordiamo che il bambù è una pianta sempreverde, non perde le foglie! Ideale, dunque, per costruire una recinzione di notevole impatto estetico anche d’inverno.

Quanto è grande il tuo giardino? Hai già provato a delimitarlo in altro modo?