Milano, quadruplicate le richieste di cittadinanza con procedura accelerata

pratica cittadinanzaNei 12 mesi dell’anno appena trascorso, sono oltre 5 mila le richiesta di cittadinanza con procedura accelerata concluse con successo rilasciate a cittadini residenti a Milano. I neomaggiorenni degli immigrati che risiedono nel capoluogo meneghino, hanno scelto di far valere i propri diritti e svolgere la pratica cittadinanza.

Milano, si sta trasformando in una metropoli sempre più multietnica. I dati che sono stati rilasciati da pochi giorni dal Comune e dall’Ismu per la Lombardia sono inequivocabili. Delle 200mila cittadinanze rilasciate nello scorso anno, un quarto circa è stato rilasciato in Lombardia e 5000 circa nella sola Milano e interland.

Tutti i giovani, che si trovano regolarmente sul territorio italiano e hanno una delle seguenti caratteristiche:

– straniero nato in Italia, con almeno un genitore italiano
– straniero nato sul territorio italiano, che raggiunge l’età di 18 anni
– minorenne adottato da almeno un genitore di cittadinanza italiana

in base al principio “ius sanguini”, in pratica per discendenza diretta da uno o da entrambi i genitori con regolare cittadinanza italiana, hanno il diritto di essere cittadini italiani a tutti gli effetti.

Questo tipo di domanda, può essere svolta direttamente online, registrandosi sul sito web del Ministero dell’Interno, nella sezione preposta alla richiesta della cittadinanza italiana.

Pierfrancesco Majorino, assessore alle Politiche sociali del comune di Milano si dice soddisfatto dei risultati ottenuti. Dal 2013 ad oggi  le domande sono quasi quadruplicate, e il 2017 si prospetta un anno che raggiungerà un nuovo record. Quello che fino a qualche anno fa era considerata una pratica straordinaria, ora è nella normalità delle pratiche che ogni persona può richiedere e terminare in pochi mesi.

L’Ismu conferma le ottime impressioni dell’assessore alle Politiche sociali di Milano. Le nuove cittadinanze, che in buona parte sono richieste da neomaggiorenni o giovanissimi, sono rilasciate in conformità a una regolare residenza sul territorio italico continuata. Sono sempre meno, gli stranieri che ricorrono al matrimonio per ottenere la residenza italiana.

Le persone che richiedono la cittadinanza, sono composte per buona parte da persone provenienti dall’Albania e dal Marocco. Anche gli abitanti delle nazioni europee che si trasferiscono in modo stabile in Italia sono in aumento, a dispetto di quello che molti possono pensare.

Questo cambio generazionale e la sempre più integrazione di persone di differenti etnie, può essere un primo passo per lo sviluppo di una città multietnica sotto tutti i punti di vista. Milano, che grazie alla sua posizione e alle numerose aziende che hanno sede sul suo territorio, è da anni una città multietnica. Ora, grazie al sempre maggior numero di richieste di cittadinanza da parte di residenti di differente nazionalità, lo sarà anche dal punto di vista dei cittadini residenti ufficializzati.