Frasi sulla fiducia in se stessi: come motivarsi

eunethta2014.it - Frasi sulla fiducia in seNon preoccuparti se gli altri non ti apprezzano. Preoccupati se tu non apprezzi te stesso. Questa è solo una delle molte frasi sulla fiducia in se stessi che ci sentiamo ripetere costantemente dai maestri della fiducia in sé stessi. Ma sarà poi vero che per motivare una persona ad avere più fiducia in sé stessa è necessario ripetergli costantemente queste frasi? Devi avere più fiducia in te stesso, non c’è altra possibilità.

La tua scarsa autostima (cioè l’essere poco cosciente del valore che hai) ti porta come conseguenza ad una diminuzione della fiducia che tu nutri in te stesso.

Ma il fatto di ripetere costantemente qualche frase, messa lì a caso, per avere più fiducia in se stessi non è certamente la migliore modalità di acquisizione di una piena fiducia individuale.

Non bisogna ripetersi frasi a caso sulla fiducia in se stessi, come per motivarsi. Le frasi sulla fiducia in se stessi vanno contestualizzate. Quando si contestualizza una frase (per ripetersela poi al momento opportuno) la si inserisce correttamente in un determinato momento della nostra vita.

Non avere fiducia in se stessi è molto comune oggigiorno, se si pensa che gran parte della popolazione mondiale nutre una sorta di insofferenza nei confronti della vita, dovuta principalmente ad una cattiva percezione di quello che questa fetta di popolazione realmente è. La fiducia in se stessi si può acquisire anche leggendo e facendo proprie alcune frasi, come per motivarsi.

Se non si è mai provato a motivare sé stessi con frasi ad hoc, allora probabilmente è arrivato il momento di cominciare per stimolare la ripresa di salute psicologica e di fiducia in se stessi. Vediamo quindi, qualche frase che ci dia quella carica giusta per motivarsi al meglio e per affrontare le continue sfide che la vita ci propone.

Da principio, cominciamo ad eliminare dal nostro vocabolario e dal nostro dire comune queste quattro affermazioni: la prima di queste è: “L’importante è partecipare”. L’importante non è partecipare ad una competizione agonistica, per esempio. Fondamentale è invece saper perdere, saper accettare la sconfitta.

Un’altra frase da togliere al proprio vocabolario è: “Il tempo aggiusterà tutto”. Il tempo non aggiusterà un bel niente, se lo si lascia agire indisturbato, senza agire ed in maniera completamente passiva. Si tratta solamente dell’ennesima perdita di fiducia in se stessi.

Eliminare poi la classica affermazione: “Non possiamo farci niente”, almeno per quelle situazioni in cui il nostro intervento realmente potrebbe cambiare lo svolgersi delle cose. Infine, la classica espressione da eliminare tout-court è: “Ho provato tutto”, perché questa già lascia presagire che non si siano provate veramente tutte le soluzioni disponibili.

Adesso, dopo aver eliminato dal vocabolario 4 modi deleteri che denotano arresa, vediamo qualche frase che invece può spingerci a recuperare fiducia in se stessi.

La frase: “Credere in se stessi è uno dei mattoni più importanti nella costruzione di ogni impresa di successo”, di Maria Child, già fa capire quanto sia importante avere una reale e solida fiducia in noi stessi.

E ora vediamo una cara affermazione del vecchio (si fa per dire) Goethe: “Se avete fiducia in voi stessi, ispirate fiducia agli altri”. Questa affermazione ci fa comprendere a pieno l’importanza che riveste la nostra autostima. Se l’autostima che nutriamo è valida, allora automaticamente anche gli altri ci giudicheranno soggetti di valore. Per questo motivo è importante lavorare bene sulla fiducia in se stessi.

Mark Twain ci ha poi arricchito con una vera e propria perla sulla fiducia in se stessi: “Migliaia di uomini di genio vivono e muoiono senza essere scoperti: o da se stessi o dagli altri”. Una frase del genere, al contrario di quello che potrebbe sembrare, rappresenta una grande spinta motivazionale ad agire, perché fa intendere che dentro ogni soggetto presente sulla terra potrebbe nascondersi un genio, che attende solamente di essere scoperto. Nessuno, però, meglio di noi può scoprirlo. Inutile attendere che il genio venga scoperto da altri. Bisogna scoprirlo noi e farlo valere.