A cena fuori, qualche consiglio per evitare le brutte sorprese

cucinaAndare a mangiare al ristorante è una piacevole alternativa alla cucina casalinga alla quale siamo abituati, un’occasione conviviale e sociale. Dal ristorante di classe alla trattoria, senza dimenticare i fastfood, l’offerta è ampia e variegata. Tuttavia, a prescindere dal tipo di locale che preferite e dal cibo che incontra maggiormente il vostro gusto, ci sono alcuni accorgimenti che potete adottare per farvi un’idea della qualità di un ristorante.

Per cominciare, può essere opportuno chiedersi quale sensazione vi trasmette l’atmosfera nella quale dovrete consumare il pasto. Le prime impressioni sono importanti, se non vi sentite a vostro agio, la vostra esperienza potrebbe risentirne. Le proprie intuizioni talvolta valgono più di molti commenti positivi sui social.

Un secondo aspetto da tener presente è la pulizia del personale e del locale. Le condizioni del bagno possono essere una buona cartina tornasole di quel che non è visibile alla clientela. Prestate attenzione a come si presenta il pavimento, il tavolo e le stoviglie. Inoltre, fidatevi del vostro olfatto: se il ristorante è dotato di una buona cappa per cucine professionali, difficilmente sentirete odori molto forti o sgradevoli.

Se l’ambiente è curato e si presenta ordinato, bello e ben illuminato, la vostra esperienza può solo che diventare più gradevole. La temperatura è piuttosto importante in un luogo nel quale bisogna stare seduti per un tempo di almeno mezz’ora, se sentite freddo o troppo caldo potreste non riuscire a gustare appieno la pietanza prescelta e il vostro tempo.

La qualità del servizio e la comunicazione con il personale di sala è fondamentale nel determinare non solo l’andamento del pasto, ma anche il vostro appetito. Una buona accoglienza evita spiacevoli tensioni e possibili incomprensioni che inevitabilmente avrebbero una risonanza negativa.

Infine, ma non per questo meno importante, è il cibo. Ci sono diversi modi per valutare la qualità di un piatto ma se non siete degli esperti in materia, ancora una volta servitevi della vostra esperienza sensoriale. Osservate come si presenta la portata, poichè anche l’occhio vuole la sua parte. Un buon profumo stuzzica l’appetito e spesso questo dipende dalla freschezza e dalla stagionalità degli alimenti. A questo punto, è finalmente giunto il momento di assaporare la pietanza.

Articolo scritto in collaborazione con Frecciainox, azienda specializzata nella vendita online di forniture tecniche per cucine professionali, funzionali e dal design moderno.

foto da buongiornomonaco.com